22 OTTOBRE 2018 H 21.00

 

      UGO DE VITA

in

NA BOTTA DE VITA

A CASA MIA…NUN SE PARLA ROMANESCO

 

CON LA VICINANZA DI PIER FRANCESCO PINGITORE

e

la partecipazione straordinaria di MANUELA VILLA

Dopo oltre trentacinque anni di palcoscenico, non trascurando la vocazione didattica e l’attitudine alla scrittura, Ugo De Vita, che in teatro ha diretto molti dei nomi illustri della scena del novecento, (tra gli altri: Mario Scaccia, Franca Rame, Lino Capolicchio, Luigi De Filippo, Flavio Bucci, Riccardo Cucciolla, Lucia Poli, Elisabetta Pozzi, Nando Gazzolo,, Gabriele Lavia, Ivana Monti, Massimo Dapporto) qui dona a sé stesso e al pubblico l’ esperienza di interprete della lingua materna (il padre, attore con Eduardo, era infatti nato a Posillipo nel cuore di Napoli).
Ecco che al Salone Margherita, luogo che fu della bella Otero, di Viviani e Petrolini, prende forma la messinscena di un testo originale, che si ricongiunge alla tradizione. Vi è velata traccia della memoria familiare e dell’ ingombrante figura paterna e al padre attore questo lavoro finisce per essere omaggio affettuoso.
Seguito con dilezione dal maestro Pingitore, De Vita tuttavia consegna interamente la drammaturgia al dialetto di Roma, che esaltò i versi di Trilussa e Pascarella e prima ancora del maggiore dei poeti di Roma, Giuseppe Gioacchino Belli e le prove d’attore di Petrolini, Amerigo Giuliani, Checcho e Anita Durante e ancora di talenti quali Rascel, Fabrizi, il “ciociaro” Manfredi, e poi Montesano e Proietti.
Voce di Roma, la musica e la canzone non poteva che essere affidata a Manuela Villa, non mancano inoltre due giovani “presenze” a modello della comare “bella e giovane” e dello scaltro apprendista di bottega.
Il testo propone antichi parlati e il lavoro evidenzia la ricerca – proponendo quadri di epoche ed ambienti diversi – con particolare attenzione rivolta a semantica e fonetica del dialetto tra otto e novecento. Non manca un Violino, strumento aristocratico e poetico affidato ad un “clown bianco “.
Il protagonista prendendo qualcosa da ciascuno dei poeti e i cantori della città eterna e riproponendo bozzetti vivacissimi, si confronta dunque con una grande prova d’attore.

 

PREZZI BIGLIETTI 

Posto Unico
INTERO – 22,00€

(I prezzi sono comprensivi di prevendita)

Spettacolo h 21.00 

ACQUISTA